Sistema TS

Sistema TS

Qual è la prossima scadenza?

I documenti di spesa pagati nei primo semestre del 2022 devono essere trasmessi al Sistema TS entro il 30/09/2022.
Per le eventuali variazioni la scadenza è il 06/10/2022

VUOI APPROFONDIRE, CONTATTACI ALLO 039 481604

Puoi richiedere informazioni sui nostri prodotti o servizi compilando il modulo sottostante.






    Accetto termini e condizioni sulla Privacy

    Lettore CNS per l'inserimento dell'anagrafica pazienti di facile.net

    Come gestire questo nuovo adempimento burocratico senza un aggravio di gestione

    • Con FACILE.net la gestione di questo adempimento è veramente molto semplice.
    • Si parte dalla raccolta del dato anagrafico, fatta automaticamente dal lettore di tessere sanitarie fornito in omaggio all’atto dell’installazione.
    • Inserendo la tessera sanitaria facile è in grado di leggere Cognome, Nome, Luogo e Data di Nascita, Sesso, Codice Fiscale.
    • Se il paziente non dispone della tessera sanitaria è possibile comunque controllare l’esattezza del codice fiscale tramite un tasto che rimanderà al sito di controllo.
    • Ad ogni emissione di fattura, in relazione alla tipologia di pagamento (vds. Paragrafo Modalità di pagamento),
    • FACILE.net provvederà, in tempo reale, all’invio della fattura al sistema tessera, informando l’operatore se l’invio è avvenuto correttamente, se ci sono errori (es. codice fiscale errato) oppure se l’invio non è avvenuto in modo che l’operatore abbia subito un feedback e possa porvi rimedio.

    A cosa serve questo adempimento?

    L’obiettivo di questo adempimento è consentire all’Agenzia delle Entrate di ricevere le informazioni relative alle Spese Sanitarie pagate nell’anno di riferimento, affinché sia possibile predisporre la dichiarazione dei redditi precompilata.

    Quali sono i vantaggi per i pazienti degli Studi Odontoiatrici

    Se il contribuente accetta il 730 precompilato – direttamente o tramite il proprio sostituto – senza modifiche, non saranno più sottoposti a controllo i documenti che attestano le spese indicate, i cui dati sono stati forniti all’Agenzia delle Entrate da medici, strutture accreditate per l’erogazione dei servizi sanitari, strutture autorizzate e non accreditate, farmacie e parafarmacie, dagli ottici, dagli psicologi, dagli infermieri, dalle ostetriche, dai tecnici sanitari di radiologia medica, da università, banche, assicurazioni, enti previdenziali, imprese di pompe funebri, dagli amministratori di condominio, dagli asili nido pubblici e privati e dagli enti del terzo settore.

    Sono detraibili tutte le spese sostenute?

    L’operatore sanitario, obbligato alla trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, è tenuto a comunicare anche la modalità (tracciata o non tracciata) con cui è avvenuto il pagamento della spesa sanitaria. Pertanto, in dichiarazione confluiranno solo le spese sostenute con strumenti tracciabili e quindi detraibili, con l’eccezione delle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici e di quelle sostenute a fronte di prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

    I pagamenti sono tracciabili quando sono effettuati con versamento bancario o postale ovvero mediante carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari nonché altri sistemi di pagamento diversi dal denaro contante

    Cos’e’ il diritto di Opposizione?

    Se il contribuente o il familiare a carico si è opposto a rendere disponibili all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese sanitarie, sostenute nell’anno precedente, questi non vengono riportati né nella dichiarazione precompilata del contribuente né nel suo foglio riepilogativo e neanche nella dichiarazione precompilata e nel foglio riepilogativo del familiare del quale risulta a carico.
    Resta ferma la possibilità per il contribuente di inserire le spese per le quali è stata esercitata l’opposizione in fase di modifica o integrazione della dichiarazione precompilata.

    Comunque anche in caso di opposizione la fattura verrà comunque inviata al sistema tessera, senza il codice fiscale del paziente.

    TESSERE SANITARIE SENZA CHIP
    Tenuto conto della grave crisi internazionale in atto che determina la possibile scarsita’ dei materiali necessari per la produzione del microchip presente sulla TS-CNS di cui al comma 2, a partire dal 1° giugno 2022, per le nuove emissioni e per le emissioni di duplicati ovvero per le emissioni per scadenza, il Ministero dell’economia e delle finanze puo’ emettere alternativamente la tessera sanitaria TS (senza microchip) ovvero la tessera TS-CNS (con microchip), riportanti sul retro la Tessera europea di assicurazione di malattia.

    Chi riceverà la nuova Tessera senza Chip avrà la possibilità di utilizzare fino al 31 dicembre 2023 la propria TS-CNS con microchip anche se riporta sul fronte una data di validità già scaduta

    Per approfondimenti clicca qui

    FAQ

    Di seguito alcune delle FAQ più interessanti pubblicate sul sito del Sistema TS (con in evidenza gli elementi rilevanti). Per tutte le FAQ potete cliccare su SISTEMA TS

    Quali sono i termini per la trasmissione dei dati di spesa sanitaria al Sistema TS?

    … l’invio delle spese relative all’anno 2022… :

    • I documenti di spesa pagati nel periodo 01/01/2022 – 30/06/2022 devono essere inviati entro il 30/09/2022 (le variazioni entro il giorno 06/10/2022);
    • • I documenti di spesa pagati nel periodo 01/07/2022 – 31/12/2022 devono essere inviati entro il giorno 31/01/2023 (le variazioni entro il giorno 07/02/2023).

    Il servizio telematico per la trasmissione dei dati è comunque disponibile 24 ore su 24, quindi è possibile optare per la frequenza temporale che si ritiene più opportuna (in tempo reale, giornaliera, mensile o semestrale).

     

    Fatture emesse nell’anno di riferimento con pagamento effettuato nell’anno successivo e pagamento in convenzione diretta

    … i dati relativi alle spese sanitarie vanno trasmessi al Sistema Tessera Sanitaria tenendo conto della data dell’avvenuto pagamento della prestazione, a prescindere dal fatto che il documento riporti una data precedente o che la prestazione sia stata erogata nell’anno precedente (cosiddetto “criterio di cassa”).

    Per approfondimenti clicca qui

    Come vanno trasmessi i dati relativi ad una prestazione sanitaria erogata nei confronti di un minore nel caso in cui la fattura sia intestata a quest’ultimo?

    Nella comunicazione vanno riportati i dati indicati nel documento fiscale emesso dal medico/struttura sanitaria.
    Nel caso in esame sarà riportato il codice fiscale del minore.

    Come va trasmesso un documento attestante una spesa pagata sia in contanti che in modo tracciato?

    Se una prestazione sanitaria viene pagata dal cittadino in parte in contanti in e in parte modo tracciato, il documento di spesa va inviato al Sistema TS come “non tracciato”

    Come va trasmesso un documento di spesa attestante un pagamento totalmente tracciato ad eccezione della quota relativa al bollo?

    Se il pagamento di una prestazione sanitaria è avvenuto con metodi tracciabili fatta eccezione per l’imposta di bollo, versata invece in contanti, l’erogatore può comunicare solo l’importo della prestazione sanitaria versata con metodi di pagamento tracciabili e inviare il documento di spesa come pagamento Tracciato = SI.

    Tale scelta va nella direzione di favorire il contribuente, tenendo conto che l’importo del bollo è sicuramente minimo rispetto al totale della prestazione sanitaria; se infatti l’intero importo venisse trasmesso come “non tracciato” perché il solo bollo è stato pagato in contanti, il contribuente non trovando la spesa in detrazione nella sua dichiarazione precompilata, sarebbe costretto a modificarla e ad inserire la quota detraibile della spesa.

    Contatti

    Per contattare Il servizio di assistenza del Sistema TS è diisponibile il numero verde 800 030 070 dal lunedi al sabato, dalle 8:00 alle 20:00

    Per approfondimenti clicca qui